Articoli in inglese: regole semplici per bambini

Gli articoli, in inglese, mettono molti studenti in difficoltà e in confusione. Se si tratta soltanto di capire dove usare l’articolo “a” a differenza dell’articolo “an”, magari, la questione risulta ancora semplice. Ma in quelle situazioni in cui si deve decidere se usare “a” oppure “the”, o in cui addirittura non bisogna mettere alcun articolo, si può cadere in una condizione di disorientamento generale. Soprattutto per i bambini orientarsi in merito a questo tipo di problemi, si tratta di una vera e propria avventura. Comprendere gli articoli in inglese, da parte di parlanti “non di madrelingua”, che magari non conoscono nemmeno la categoria grammaticale dell’ ”articolo” nella loro lingua, perché non è utilizzata, può presentarsi un lavoro particolarmente impegnativo e laborioso, e può richiede la necessità di prendere in considerazione numerosi esempi, prima di riuscire ad acquisire piena coscienza di ciò che si sta studiando. Che dire? Persino nel rapporto tra inglese britannico e americano ci sono molte differenze in merito a questo argomento. Ma ne parleremo meglio più avanti.

Adesso ci proponiamo, invece, di affrontare il tema degli “articoli in inglese” in maniera sistematica e strutturata, in modo da consentirci di capirlo bene e di non cadere più in confusione.

Tipi di articoli in inglese

Per prima cosa, consideriamo che gli articoli, in inglese, possono essere divisi in due gruppi, e ognuno svolge il proprio ruolo. Nella seguente tabella abbiamo messo insieme le diverse caratteristiche più importanti che permettono di distinguere gli articoli l’uno dall’altro.

Articoli A|AN Articolo THE
Indefinito Determinativo
Usato quando il nome non ha caratteristiche particolari Usato quando ci sono sostantivi specifici o definiti,
Lo usiamo:

davanti ai nomi numerabili,

se il nome appare nel testo per la prima volta 

Lo usiamo quando il nome è già apparso nel testo
Esempi:

 

I saw a squirrel yesterday.

Ho visto uno scoiattolo ieri.

I am sick. My mother wants to call a doctor.

Sto male. Mia mamma vuole chiamare un dottore 

Esempi: 

 

I saw the squirrel in the cell yesterday. 

Ho visto lo scoiattolo in gabbia, ieri. 

I am sick. My mother wants to call the doctor who cured her.

Sto male. Mia mamma vuole chiamare il dottore che aveva curato lei

Gli articoli, in inglese, richiedono un’attenzione speciale, e si trovano in quasi tutte le frasi. Anche se il tuo piccolo studente in questo momento, magari, si sta fasciando la testa per la confusione, non disperare. Tra poco analizzeremo punto per punto dove e come si devono usare gli articoli. Questo sarà un testo che aiuterà davvero il tuo piccolo studente a capire tutto. 🙂

Articoli indefiniti in inglese: a/an

  1.   L’articolo “a” si usa quando la parola successiva inizia per consonante: a pen – una penna; a room – una stanza; a lemon – un limone.
  2.   L’articolo “an” si usa quando la parola successiva inizia per vocale: an hour – un’ora; an entrance – un’entrata; an apple – una mela.
  3.   Se c’è un aggettivo che precede il nome, allora l’articolo viene scritto PRIMA dell’aggettivo. In questo caso la scelta di “a” o di “an” deve essere fatta in relazione alla prima lettera dell’aggettivo:  an old tree – un vecchio albero,  a red pen – una penna rossa,  a big room – una stanza grande.

 4.  Gli articoli “a” e “an” devono essere usati anche di fronte a nomi che indicano categorie specifiche: My mom is a teacher – mia mamma è un’insegnante. My grandma is an European – mia nonna è europea. 

L’articolo determinativo inglese: the

  1. L’articolo determinativo deve essere usato davanti ai singoli concetti: the sun – il sole; the moon – la luna; the air – l’aria
  1. Se ci sono aggettivi al grado superlativo o numerali con valore ordinale davanti al nome. The trip to Disneyland was the best of my life. Il viaggio a Disneyland è stato il più bello della mia vita
  1. L’articolo “the” viene usato di fronte a qualsiasi elemento il bambino abbia la possibilità di visualizzare su una mappa geografica del mondo: oceani, mari, fiumi, isole, deserti, punti cardinali, nazioni (se i loro nomi sono costituiti da parti come, ad esempio, The United States (Gli Stati Uniti), The United Kingdom ( Il Regno Unito)), The Amazonka (l’Amazzonia), the Atlantic Ocean (l’Oceano Atlantico), the Black Sea (il Mar Nero).
  1. “The” di fronte a nomi propri o nomi + aggettivi: the White House (la Casa Bianca), the British Museum (il British Museum), the Beatles (i Beatles), The Titanic (il Titanic).
  2. Inoltre, l’articolo determinativo deve essere posizionato di fronte ai nomi di strumenti musicali e di vari tipi di strumenti di intrattenimento (esclusa la televisione): I love to play the piano.  Adoro suonare il pianoforte. I want to go to the cinema, but my mum wants to visit the theatre. Io voglio andare al cinema, ma mia mamma vuole andare al teatro.

 Abbiamo illustrato gli articoli in inglese, ma c’è ancora un’altra sfumatura che tuo figlio avrà bisogno di prendere assolutamente in considerazione, sia nell’uso orale che scritto della lingua.

 Nessun articolo

1)    L’articolo non deve essere posto di fronte a nomi di strade, parchi, piazze, ponti:

Baker Street, Times Square, Tower Bridge.

2)    Non è previsto di fronte ai nomi delle montagne, ma solo di fronte a quello delle catene montuose.

 I want to climb Everest sometime.

Vorrei scalare l’Everest una volta.

3)    L’articolo non si usa di fronte ai nomi che riguardano i pasti

I had dinner in my room yesterday.

Ho cenato nella mia stanza ieri.

4)    L’articolo non si usa nemmeno quando parliamo di sport o di attività ludiche:

She wants to play volleyball this evening.

Lei vuole giocare a pallavolo questa sera.

5)    L’uso dell’articolo non è richiesto in espressioni del tipo: to/at/out of work, in/out of town, to/at sea, in/out of office. 

6) Gli articoli in inglese non sono usati nemmeno di fronte ai titoli dei libri, dei film, delle canzoni e di altre opere d’arte.

 

Una volta aver capito le regole principali che stanno alla base dell’uso dell’articolo determinativo, indeterminativo e di quando l’articolo non va usato, suggeriamo di fare delle considerazioni sulle differenze dell’uso degli articoli tra l’inglese a livello britannico e quello americano.

Gli americani, per esempio, diranno che una persona che passeggia in un parco è una persona che si trova “in the park”; allo stesso modo si potrebbe dire che una persona che si trova all’interno di un panificio, è “at the bakery”. Il parlante britannico rimarrebbe sorpreso in occasione di un siffatto modo di esprimersi, perché nel suo modo di intendere, l’uso dell’articolo vorrebbe dire che c’è solamente un parco o un unico panificio in tutta la città. Oppure potrebbe immaginare che l’americano, esprimendosi in quel modo, stia facendo riferimento allo specifico parco o allo specifico panificio presso i quali lui è solito recarsi. Invece, il parlante britannico ha bisogno di dire, per esempio, che una persona passeggia “in park” e compra dolci “in bakery”. Nel suo modo di intendere, cioè, è necessario indicare precisamente il tipo e la direzione dell’attività svolta o da svolgere, e non indicare nello specifico l’edificio o i luoghi in cui le persone si trovano.

Per tuo figlio sarà più semplice se si allenerà a capire come usare correttamente gli articoli in inglese se leggerà libri o storie in lingua originale e se guarderà cartoni animati con sottotitoli e, naturalmente, se svolgerà molti esercizi. Attraverso questo tipo di approccio completo, il bambino riuscirà a fissare nella sua memoria in quali occasioni è corretto fare uso dell’articolo in inglese e dove, invece, bisogna farne a meno.

Auguriamo al tuo piccolo ogni successo! Tutto andrà AllRight! J

Iscriviti per una
lezione gratuita

Iscriviti

Aiuta tuo figlio a imparare l'inglese

Iscrivitevi a AllRight per accedere a tutti i segreti della lingua inglese attraverso la vostra email.
Otterrete informazioni e suggerimenti di vario tipo, oltre che indicazioni sul lessico relativo
a varie tematiche e regole grammaticali,
espressi in un linguaggio comprensibile da parte dei bambini.